I perchè dietro le scelte che si fanno.

Ogni  volta che leggo un’intervista dal campo, o partecipo a uno spettacolo teatrale realizzato dai ragazzi dei nostri Villaggi SOS o semplicemente ad una loro festa con la mia famiglia, mi ricordo perché voglio essere qui ogni giorno. Mi ricordo perché tanti anni fa ho fatto questa scelta. Non vi tedierò con gli alti e bassi del mio stato d’animo legato al mio lavoro alle lotte interne per accettare cose che non condivido e che mi fanno imbestialire. Vi allegherò qui sotto lo stimolo che ho ricevuto questa mattina per essere qui e esserci nel miglior modo possibile.

L’intervista che segue è di MR Boyle, l’esperto di trauma, coordinatore per il supporto psicologico regionale di SOS Villaggi dei Bambini dell’East Africa. In questa intervista ci racconta le sue osservazioni sul lavoro in Siria.

Hai lavorato in molti paesi per SOS Villaggi dei Bambini e in diversi tipi di emergenze dove i bambini sono i più vulnerabili. Come descriveresti la situazione in SiriaMolte emergenze in molte parti del mondo sono transitorie. Tuttavia in Siria sembra essere senza fine. I traumi legati a un conflitto, alla guerra sono considerati una delle peggiori forme di trauma, come un pericolo che non andrà mai via. I bambini iniziano a vedere l’anomalo come normale e il normale come anomalo. Questi bambini nascono e crescono nella guerra. La stessa situazione la vediamo da anni in Palestina. I bambini siriani conoscono solo la guerra, il conflitto, morte e distruzione, potete solo immaginare come tutto questo influisca sulla loro visione del mondo. Anche i bambini siriani, iracheni e afghani fuggiti in Europa sono colpiti da forti traumi. Si può uscire da questa situazione fisicamente, ma la situazione è molto più complessa quando si tratta di far uscire da tutto questo i cuori e le menti.

Quali sono i segni che rivelano il trauma nei bambini? I segni cognitivi sono scarse capacità verbali, problemi di memoria, difficoltà nello svolgere delle attività, scarsa capacità di attenzione e difficoltà di apprendimento. I segni comportamentali includono la ricerca di attenzione da parte degli altri e un comportamento aggressivo. I bambini traumatizzati possono urlare o piangere eccessivamente, essere facilmente spaventati, non sono in grado di fidarsi degli altri o fare amicizia. Potrebbero temere gli adulti che possono ricordare loro il trauma. Oppure possono essere ansiosi, timorosi, irritabili, tristi. I segni fisici possono essere scarso appetito o problemi digestivi. Mal di testa e dolori allo stomaco, insonnia, incubi o bagnare il letto.

Non credo di dover aggiungere altro. Buon lavoro a tutti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...